Lo Specchio Senza Voce – Il riflesso dell’anima

lunaticreator intro lo specchio senza voce

Nella Vita di Ognuno esiste uno Specchio,

nel quale siamo soliti osservarci per una, due, tre, o più volte al giorno, è il momento più intimo che abbiamo con noi stessi,

è il nostro momento.

Quello che ci fa confidare in una bella giornata, quello che ci fa rendere conto che potevamo dare di più, che poteva anche andare meglio oppure peggio, quello che ci fa sperare che domani sarà un giorno migliore, quel momento in cui restiamo soli, in silenzio con noi stessi a guardarci fino in fondo all’anima. Attimi, in cui proviamo gioia e ci rendiamo conto di avere una luce diversa, in cui avvertiamo la tristezza e lunghe lacrime solcano il nostro volto lontano da sguardi indiscreti che potrebbero non capirci, ma soltanto giudicarci, istanti, che ci fanno anche bruciare di rabbia al punto da odiare quel riflesso, tanto da voler distruggere in mille pezzi quel vetro. Quello specchio che ci osserva senza parlare, che ci esibisce nudi ai nostri occhi, che fotografa la condizione del nostro cuore, quello specchio, che ogni tanto ci spaventa, perché possiede la capacità di mostrare ogni volta una realtà diversa, o ciò che non vorremmo mai vedere, quello specchio che senza voce esprime la nostra anima. Storie che si incrociano, che si presentano, che credono di conoscersi, che si nascondono, che si scoprono, che si confrontano… storie, che senza parlare, ma solo guardandosi intrappolano la loro essenza nello specchio di ognuno, che poi, è lo specchio di tutti, cambia solo nella dimensione, nella forma e nel colore. Ed è attraverso specchi diversi che darò voce, senza usare voce, allo spirito di vari personaggi, sorridenti, tormentati, felici o tristi… ognuno con un percorso che si lega al percorso di qualcun altro, ognuno col suo personalissimo modo di affrontare l’indiscussa antagonista di questa soap novel:

la crisi economica.

Ognuno tentando di fare della propria vita la differenza nel mondo, ognuno con una storia che rispecchi la realtà interiore di chi si fermi a leggere, riscoprendo valori ormai dimenticati. *Julymrj*

N.B. Controcorrente, per leggere questo romanzo dovrai seguire le date in ordine decrescente e per scorrere le pagine dovrai cliccare sempre dal lato opposto rispetto alla normalità, e cioè verso sinistra, il lato del cuore.

4 thoughts on “Lo Specchio Senza Voce – Il riflesso dell’anima

  • 16 gennaio 2015 at 22:19
    Permalink

    Woow, già dall’introduzione mi piace, è scritto davvero bene, secondo me è vero quello che hai scritto (intendo quello sullo specchio), non vedo l’ora di leggere i prossimi post. Complimenti per aver scritto così magnificamente :)

    Reply
    • julymrj
      16 gennaio 2015 at 22:41
      Permalink

      Ciao, sono veramente molto contenta che ti piaccia il mio modo di scrivere, tutto ciò mi riempie il cuore di gioia grazie mille per i complimenti. Non so se hai visto, ma oltre all’intro ho inserito già tre tipi di specchi, ed ogni giorno ne inserirò uno e anche più di uno, dipende un po’ dal tempo a mia disposizione..eheh..comunque il mio obiettivo è semplicemente quello di narrare vite che si intrecciano tra loro prp come ho spiegato vite ispirate liberamente a personaggi che realmente esistono, ognuno con un proprio specchio, di modo che chiunque possa riconoscersi in uno o più specchi descritti, quindi nella vita, nei pensieri, nei gesti di qualcun altro. Scrivere è la mia più grande passione da sempre, probabilmente da quando sono nata o forse ancor prima di nascere, ma ciò che mi preme è arrivare dritta dritta al cuore della gente, laddove nessuno più ci bada, laddove nessuno più ci pensa, laddove nessuno più ha tempo per farlo. Lieta che ti piaccia il mio semplice modo di scrivere, lieta che tu abbia commentato e spero che continuerai a seguirmi a commentare e chissà, magari ti ritroverai anche tu in uno degli specchi di cui narrerò. Un sorriso Julymrj.

      Reply
      • 16 gennaio 2015 at 22:56
        Permalink

        Prego, ho visto i prossimi capitoli e diciamo che sto iniziando a leggerli, chissà magari diventerai una scrittrice, basta solo continuare a credere nei propri sogni e non arrendersi e certo continuerò a seguirti e commentare

        Reply
        • julymrj
          16 gennaio 2015 at 23:12
          Permalink

          Diciamo pure che non riesco a stare ferma… me lo auguro di diventare scrittrice perché è il mio sogno più grande, ma soprattutto perché non userei i miei proventi per comprarmi ville con piscina o limousine, continuerei a vivere nel mio accogliente monolocale finchè non formerei una famiglia e allora cambierei casa, ma prima di quel giorno è di un progetto umanitario che ho promesso di occuparmi un progetto che non sto qui a raccontare e possono sembrare cose che si dicono, ma io le sostengo da sempre perché ho lasciato la mia città, la mia famiglia e fatto innumerevoli sacrifici per raggiungere un sogno che sia la realizzazione di un altro e non per convinzione, ma non ho mai mollato nonostante la vita spesso mi abbia messo nella condizione di farlo. So perfettamente cosa vuol dire non avere niente e soffrire ogni giorno x ciò che si vorrebbe non tanto x noi, quanto x gli altri, se mai diventerò “qualcuno” sono certa che resterò umile nel cuore e non lo dico per dire o per farmi vanto, ma perché quando vieni dal nulla e lotti continuamente x regalare speranze non potrai mai dimenticarti la fatica che hai fatto, ma con i miei specchi potrai capire che ciò che ti dico adesso è vero. Grazie mille ancora, arrivare là al cuore della gente è la mia più grande soddisfazione è semplicemente ciò che mi arricchisce di più, molto più di quanto possa fare tutto l’oro del mondo. Le persone hanno bisogno di emozioni forti e di essere comprese, capite sotto tutte le loro sfaccettature ed io con i miei racconti non chiedo altro che questo. Ancora smile.

          Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>