La noncuranza del colore nero

Di nero ti vesti,

nero che sfina, per coprire quei tuoi chili di troppo che in realtà non ci sono, è solo la tua mente che te li suggerisce

e allora ti mascheri con eleganza di quel nero che con indifferenza prevale sul tuo corpo,

non sei tu ad indossarlo, ma lui ad avvolgerti, diventa protagonista asciugando la tua carne.

Noncurante di quanto ti stia facendo del male ti continua a prosciugare,

la tua paura è divenuta la sua linfa vitale.

Di nero ti vesti,

menefreghista ti illude, davanti al tuo riflesso mostrandoti solo ciò che desideri vedere,

ti seduce, ma in verità esercita solo il suo tormentato potere.

Di nero ti vesti,

celando il tuo cuore verso un odio che non porta amore.

Di nero ti vesti,

e a poco a poco scolorisci…

quasi svanisci.

Di nero ti vesti,

e ti é ora impossibile smettere di farlo,

ti ha reso schiava della tua stessa ossessione.

Di nero ti vesti,

quel nero che con disinvoltura ti ha insegnato a mentire,

a non riflettere, ma solo ad agire

perché plagiandoti libera ti rende attraverso le tue dita nella gola,

quando invece ti conduce a morire da sola.

Di nero ti vesti e non puoi più farne a meno,

lui ti culla con l’inganno conscio di arrecarti solo danno.

Piano, piano si è fatto spazio e senza accorgertene ti ha lacerata,

tu che ti osservi e adesso ti piaci di nero vestita,

mentre sorridi piange la tua anima sol di pelle rivestita.

Quel nero che ti ha colmato di lusinghe non ti ha fortificata,

ma solo divorata.

Sei fragile e insicura,

così ti ha reso quella tonalità oltremodo scura.

O tu che ti guardi, ma non ti riconosci

svestiti di quel nero che ti soffoca l’anima

e sfoggia sui tuoi passi orme di colore della vita che vorresti…

la noncuranza del colore nero lunaticreator

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>